IL PERFETTO AIUTO DURANTE LA VENDEMMIA? LO PROPONE LANDINI

Landini
5 Settembre 2023
PROMOZIONE LANDINI SERIE 5-100 ES e 5-100 ES PLUS
13 Settembre 2023

Le operazioni preliminari alla vendemmia

La vendemmia, si sa, è un’attività che viene praticata tipicamente nelle settimane a cavallo tra agosto e settembre. Ma questo non significa che la cura della vite e dei filari non sia necessaria in altri momenti dell’anno, anzi! In tutte le stagioni sono richiesti interventi in campo e lo spazio interfilare deve essere curato per mantenere il suolo in salute, gestire il controllo delle infestanti, facilitare le operazioni e garantire un buon equilibrio vegeto-produttivo.   La prima operazione da effettuare in questo spazio è la vangatura, eseguita intorno a marzo. L’obiettivo è ottenere un buon equilibrio vegeto-produttivo. Si prosegue poi con il diserbo meccanico che consente un controllo ottimale delle infestanti.

Le cose più importanti da sapere riguardo la vendemmia

Il periodo in cui effettuare la vendemmia corrisponde tendenzialmente alla fine di agosto e l’inizio di settembre ma la realtà è che la maturazione dell’uva varia in base a diversi fattori: latitudine, longitudine, condizioni di temperatura e umidità, tipo di uva, condizioni climatiche… Alcune uve a maturazione tardiva vengono raccolte addirittura tra novembre e dicembre.   I metodi per effettuare la vendemmia sono essenzialmente due: a mano o meccanizzato, cioè con una macchina vendemmiatrice che aspira gli acini o scuote i rami. Un approccio manuale ha il vantaggio di ottenere una raccolta più curata, con grappoli che non vengono schiacciati o bagnati, mentre una macchina vendemmiatrice, per quanto all’avanguardia, non avrà mai la stessa precisione di un tocco umano.   D’altro canto, è anche importante raccogliere l’uva in tempi rapidi in modo da portarla in cantina prima che inizi il processo di fermentazione. Qui il vantaggio è per l’approccio meccanico, in quanto più veloce del lavoro manuale.

REX4 F-GE-GB-GT: il trattore perfetto per lo spazio interfilare

Quando si parla di lavoro tra i filari, quindi anche nelle operazioni fondamentali per la vendemmia, non si può che pensare al Landini REX4, un modello pensato a misura dell’operatore. Il design del trattore e le linee della carrozzeria permettono un lavoro agile e preciso tra i filari, senza rinunciare a potenza e prestazioni. I vari modelli montano infatti motori Deutz AG Stage V con 4 cilindri e 16 valvole Turbo Intercooler Common Rail e disponibili con potenze da 75 a 112 cavalli.   La postazione di guida della versione Piattaforma è studiata per garantire all’operatore un accesso ergonomico e confortevole a tutti i comandi preposti alla guida e ad una facile gestione delle utenze idrauliche; l’ampia piattaforma è poi montata su Hydro-Silent Block per assorbire le sollecitazioni provenienti dal terreno.

SCOPRI IL REX4

Il REX4 Piattaforma è disponibile nelle versioni F-GE-GB-GT ed è l’alleato ideale nei vigneti, sia per tutte le operazioni preliminari di diserbo meccanico e vangatura, sia per i movimenti durante la vera e propria vendemmia.   La viticoltura è fondamentale per il settore primario nel nostro Paese e Landini lo sa bene. Per questo i professionisti Argo Tractors sono sempre al lavoro per migliorare ogni giorno i propri prodotti, in modo che si adattino in modo perfetto alle esigenze degli agricoltori che ogni anno affrontano il momento cruciale della vendemmia.